Cucina, musica, viaggi e decoupage...

lunedì 16 giugno 2008

Sabato sera in compagnia....si bissa!

Nuova cena organizzata a casa sabato sera......questa volta con un menù tutto a base di pesce e un dolce anche stavolta da leccarsi i baffi!

Menù per 10 persone:
Aperitivo: Prosecco al profumo di fragole
Primo: Spaghetti con pomodorini, telline e gamberetti
Secondo: Sogliola con panatura profumata alle erbe e code di
mazzancolle/Sogliole impanate alle mandorle
Dolce: Semifreddo al torrone con salsa tiepida al cioccolato fondente

PROSECCO AL PROFUMO DI FRAGOLE

L'aperitivo l'ho scopiazzato da Cipolla.....buono, fresco e profumato! Io ho usato delle fragole "normali" invece delle fragoline di bosco macerate in due cucchiai di zucchero di canna e rum...completato con del buon Prosecco! Grazie Cipolla!

SPAGHETTI CON POMODORINI PACHINO, TELLINE E GAMBERETTI

Ingredienti:
700 gr di spaghetti
1,2 kg di pomodorini pachino
1 kg di tellineù
400 gr di gamberetti
3 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio evo
aglio
sale e pepe
prezzemolo

Ho fatto soffriggere 2 spicchi d'aglio in 5 cucchiai di olio evo, ho aggiunto i pomodorini lavati e tagliati in due, ho fatto insaporirre, ho sfumato con il vino bianco, quindi ho aggiunto il concentrato di pomodoro sciolto in mezzo bicchiere di acqua, salato e portato a quasi cottura.
Nel frattempo ho fatto aprire le telline in una grossa pentola (dopo averle tenute per un paio d'ore in acqua e sale per farle spurgare) con uno spicchio d'aglio un filo d'olio e un rametto di rosmarino. A 5 minuti dalla fine della cottura del sugo ho aggiunto i gamberetti e le telline (metà le ho sgusciate e metà le ho lasciate nel guscio), il liquido delle vongole ben filtrato dall'eventuale terra che si è depositata ed ho fatto insaporire 5 minuti. Se necessario aggiustare di sale.
Ho lessato la pasta al dente, l'ho scolata ed amalgamata la sugo, una grattata di pepe, prezzemolo tritato e ho fatto insaporire per bene. Servire belli fumanti.

SOGLIOLA CON PANATURA PROFUMATA ALLE ERBE E CODE DI MAZZANCOLLE
La ricetta è di Ducasse reinterpretata da Sophie Dudemaine:
Ingredienti:
6 sogliole da sfilettate
sale e pepe macinato
Per la crema di funghi:
500 gr di champignon
4 scalogni
2 fettine di limone
60 gr di burro (io ne ho messo solo una noce)
20 cl di panna liquida
sale e pepe macinato
Per l'impanatura alle erbe
80 gr di pangrattato
85 gr di burro
3 cucchiai di erbe aromatiche (io ho usato un misto di prezzemolo e coriandolo)
pepe macinato
Per le mazzancolle (la ricetta prevedeva gli scampi che però a me non piacciono)
24 mazzancolle sgusciate (io ho preferito lasciare il guscio e ne ho fatte sicuramente più di 24 ma non le ho contate)
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 spicchio d'aglio mondato e schiacciato
sale
Salate e pepate i filetti di sogliola, allineateli in una pirofila imburrata (non ho imburrato ma ho usato la carta forno) evitando di sovrapporli.
Crema di funghi: tagliate la base sporca di terra degli champigno. Sciacquateli sotto il getto dell'acqua fredda e asciugateli. in una casseruola fateli soffriggere per 5 minuti su fiamma media con il copertchio, insieme agli scalogni tritati e alle fette di limone. Salate e pepete. Quando gli champignon avranno emesso il liquido di vegetazione aggiungete la panna liquida e fate ridurre per 5 minuti, senza coperchio. Regolate di sale e pepe. passate l'intingolo allo chinois (o colino a maglie fitte) raccogliendolo in una casseruola e schiacciando i funghi per estrarne tutti i succhi. Rimettete la salsa su fiamma bassa e unitevi il burro a fiocchetti snattendo con la frusta. Tenete in caldo a bagnomaria.
Impanatura alle erbe: In una padella fate fondere il burro su fiamma mesia, aggiungete il pane grattato e mescolate per 1 minuto. Allontanate dal fuoco e unite le erbe aromatiche. Pepate e tenete da parte.
Mazzancolle (o scampi se preferite)
In una padella fate soggriggere per 1 minuto su fiamma viva le mazzancolle insieme ad olio e aglio. Allontanate dal fuoco e unite il prezzemolo. Salate. Mescoalte e tenete in caldo.
Accendete il forno, funzione ventilata, regolandolo sui 240° C. Spalmate l'impanatura alle erbe sui filetti di sogliola e completate con i fiocchetti di burro (io non l'ho messo, non lo ritenevo proprio necessario data la quantità già usata nell'impanatura). Mettete in forno per 6 minuti. Servire i filetti cmpletando con le mazzancolle e completando con la salsa ai funghi.
Per l'altro secondo (ho pensato che i bimbi potessero gradirlo di più) ho semplicemente preso altri filietti di sogliola, li ho passati nell'uovo sbattuto, poi in un mix di pane grattugiato e farina di madorle, li ho disposti su una teglia coperta di carta forno, irrirato con poco olio e messi in forno per una deina di minuti. Salato e servito.
Non ho fatto nessuna foto del piatto....me ne sono proprio dimenticata!
Il pesce l'ho accompagnato semplicemente con degli champigno saltati in padella con olio ed aglio, una grattatina di pepe finale e una spolverata con un misto di prezzemolo e coriandolo.

SEMIFREDDO AL TORRONE CON SALSA TIEPIDA AL CIOCCOLATO FONDENTE
La ricetta l'ho presa dal numero di La Cucina Italiana di Agosto'07 ed è del grande maestro Pedrazzi: sempre garanzia di sicuro successo e qualità. Infatti il dolce si è rivelato proprio all'altezza delle mie aspettative.......non vi dico il casino per trovare il torrone a giugno ma è valsa la pena correre in giro come una trottola impazzita.....visto che poi alla fine l'ho spuntata io!!!!!!
Portate ad ebollizione 120 gr di zucchero semolato in 120 gr di acqua. Portateloa 112° e spegnete. Sbattete leggermente 4 tuorli d'uovo, quindi versateci lo sciroppo e montate con le fruste elettriche in un bagnomaria caldo finchè il composto sarà raddoppiato di volume. Quindi trasferite la ciotola in un bagnomaria freddo e mescolate con una frusta a mano finchè il composto risulterà freddo.
Tritate finemente nel mixer 100 gr di torrone e 100 gr di nocciole. Montate 300 gr di panna senza zuccherarla. Amalgamate delicatamente il trito alla panna. Aggiungete anche il composto di uova (che sarà completamente freddo) e amalgamante sempre molto delicatamente.
Versate nello stampo o negli stampini singoli (io ho usato uno stampo a ciambella di silicone - volevo evitare problemi nel momento in cui dovevo sformarlo). Nettete in freezer per non meno di 6 ore (nel mio caso l'ho prepatato la sera prima).
Ho accompagnato con una crema al cioccolato fatta con 300 gr di panna fatta bollire e amalgamata a 150 gr di cioccolato fondente al 70% tritato (il semifreddo è piuttosto dolce quindi secondo me ci sta bene una crema piuttosta amara per evitare che nel complesso risulti stucchevole). Ho incorporato 2 noci di burro e fatto appena intiepidire.
Con gli albumi avanzati dalla preparazione del semifreddo ho pensato di utilizzarli per fare delle semplicissime lingue di gatto. La ricetta la trovate qui.

Abbiamo accompagnato il tutto con questo ottimo vino bianco.......
io non sono un'intenditrice però un buon vino lo apprezzo sempre, e questo Sauvignon del Sudtirol era davvero speciale....fruttato e profumatissimo!

Voglio lasciarvi con l'immagine dei miei nipoti.....noi intenti a chiaccherare e loro.......










....se la dormivano di gusto!

19 curiosoni:

CoCò ha detto...

ottima cena ma più di tutto ottimo dolce, ciao cara

elisabetta ha detto...

Immagino la gioia dei tuoi ospiti nell'assaggiare tutte queste prelibatezze ^_^

Roxy ha detto...

Grazie Cocò.....d'altronde con Pedrazzi non si sbaglia! baci!

Elisabetta in effetti hanno apprezzato....baci!

Dolcetto ha detto...

E l'altra calza di tuo nipote dov'era finita??!! Che tesori che sono...

E tu sei la signora dei menù, sei una padrona di casa con i fiocchi!!

Roxy ha detto...

Dolcetto l'altra calza ce l'aveva sugli occhi tipo mascherina....sarà per quello che si è addormentato di botto???? ihihihih
Addirittura la signora dei menù...grazie! baci

Francesca ha detto...

ecco la tua versione buona :-P

Francesca

Roxy ha detto...

Francesca grazie! Baci

Franci [dolce casa] ha detto...

Alla faccia della cenetta!! Altro che ristorante!! Complimenti, sempre.

Pippi ha detto...

wow che cenaaaaaaa!!! ma sei stata bravissima! la foto dei tuoi nipotini addormentati mi ha fatto molta tenerezza è quello che succede anche da me quando vengono a mangiare dopo un pò crollano di gusto!! heeheh un bacio a presto Pippi

Camomilla ha detto...

Roxy complimenti per il menu tutto a base di pesce, io non sono ancora bravissima nel cucinarlo, quindi ti ammiro! Il dolce è un sogno... avrei voluto essere uno dei tuoi ospiti!
Baci

Aiuolik ha detto...

Con un menù così sabato prossimo sono da te :-)

Fiorella ha detto...

Ah roxy, come avrei voluto essere anche io a quella cena!!! il dolce è meraviglioso, deve sciogliersi in bocca che è un piacere.

Un bacione e grazie di essere passata da me :-)

Roxy ha detto...

Franci grazie mille! Baci

Pippi....noi adulti andremmo avanti a chiacchierare ad oltranza ma loro dopo un pò crollano......baci

Camomilla le ricette sono semplicissime (anche quella di Ducasse alla fine è semplicissima....l'ho scelta proprio per questo)....alcune mi fanno davvero paura! Baci

Aiuolik ti aspetto...anzi aspetto la trattoria al completo! Baci

Fiorella....con Pedrazzi sai sempre dove andare a parare!
E' sempre un piacere passare a trovarti!!!!! baci

Daniela ha detto...

allora mi inviti ad una tua cena? così ingrasso di 3 chili...
baci

Michelangelo ha detto...

ohhh le telline! una rarità ormai!

lapanciapiena ha detto...

c'è posto anche per me?????che buona davvero!!un bacio imma

Roxy ha detto...

Consideratevi tutti invitati alla prossima cena! Bacie e grazie

Susina strega del tè ha detto...

Ma che menùùùù!!! Avanzato nulla per me??? ;-PP

Roxy ha detto...

No no Susina cara, arrivi tardi....ci siamo già spazzolati tutto! Baci