Cucina, musica, viaggi e decoupage...

lunedì 18 giugno 2012

Ancora pizza....

....ma dopo questa, alta e morbida, ho voluto provare a realizzarne una bassa e croccante, che decisamente è la nostra preferita in assoluto!! 
Grazie anche all'utilizzo della pietra refrattaria che alza di molto la temperatura del forno accellerando quindi i tempi di cottura, sono riuscita ad ottenere proprio il risultato sperato....questo...


.....bassissima e croccantissima.....


Per 2 pizze rotonde:
150 gr di farina buratto Mulino Marino (o altra farina di buona forza)
100 gr di sfarinato di grano duro
150 gr di acqua
3 gr di lievito di birra secco
1,5 gr di zucchero
1,5 gr di sale (ma la prossima volta alzo a 3 perchè la pasta era leggermente insipida)
15 gr di olio evo

Sciogliete il lievito nell'acqua leggermente tiepida insieme allo zucchero e lasciate riposare. Nel frattempo setacciate un paio di volte le due farine in un'ampia ciotola (tenere da parte un paio di pugni di farina, vi servirà dopo per spolverare la spianatoia durante la lavorazione e la stesura). 
Cominciate a versare l'acqua nel centro della farina mescolando con una forchetta fino ad ottenere un impasto colloso, quindi aggiungete il sale, mescolate e rovesciate sulla spianatoia ben infarinata. Lavoratelo energicamente fino ad ottenere un impasto molto morbido ma che non appiccichi più alle mani. Mettetelo in un'ampia ciotola spolverata di farina, coprite con della pellicola e fate lievitare un paio di ore (con le temperature calde di questi giorni sono sufficienti, comunque l'impasto deve triplicare il suo volume).
Riprendete l'impasto e, solo a questo punto aggiungete l'olio (è un trucchetto che ho letto da qualche parte on-line ma non ricordo dove...chiedo scusa!!!), cominciate a lavorarlo prima nella ciotola e poi direttamente sulla spianatoia ben infarinata fino a che l'impasto non abbia completamente assorbito l'olio.
Rimettetelo nella ciotola e fatelo lievitare nuovamente (circa 1 ora-sempre con queste temperature, anche in questo caso deve triplicare).
Nel frattempo accendete il forno alla massina potenza e, se ce l'avete,  posizionate sulla griglia la pietra refrattaria.
Terminata la lievitazione dividete l'impasto in due e cominciate a stendere la prima pizza utilizzando i polpastrelli (non il mattarello) dandogli forma rotonda direttamente sulla paletta di legno per infornare in dotazione con la pietra (o in mancanza sulla spianatoia) ben infarinata.

1^ pizza
patate tagliate a rondelle e scottate in acqua leggermente salata
soppressata calabra (home made-prodotta dai miei) tagliata a tocchetti
rosmarino fresco tritato a coltello
sale e pepe
olio evo
 


Guarnite la pizza con gli ingredienti elencati (o quelli che più preferite) e infornate per 10 minuti. Sfornate e servite caldissima.

2^ pizza
tonno sott'olio ben sgocciolato e spezzettato
1 piccolo peperone lavato e tagliato a rondelle
origano secco
sale e pepe
olio evo



Mentre vi gustate la prima pizza fate riscaldare nuovamente la pietra, quindi stendete anche la seconda parte di impasto, guarnite con gli ingredienti elencati (o quelli che più preferite) e infornate per 10 minuti. Sfornate e servite caldissima.

La pietra refrattaria è fantastica: permette di ottenere pizze croccantissime in pochissimo tempo....unico inconveniete è che tra una pizza è l'altra ha bisogno di ritornare alla massima temperatura prima di poter essere riutilizzata.....ma non ci vuole molto...diciamo che non è praticissima se a cena siete in tanti (l'ideale è 3/4 persone - dividendosi di volta in volta le pizze sfornate). 
Se adorate la pizza è una spesa (neanche poi eccessiva) che vale la pena fare!
Alla prossima e....jambo jambo!!!!

10 curiosoni:

Simo ha detto...

una più squisita dell'altra...peccato x il caldo, che ci blocca per accendere il forno, altrimenti.... ;))

Claudia ha detto...

Io con la pietra refrattaria la pizza la cucino in estate sul barbecue!!! Ottima la tua.. bacioni cara.. buon lunedì!!!

Mary ha detto...

La pietra è perfetta per la pizza!

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

A me piace tutta la pizza ma ho una preferenza per quella bassa e la tua e' perfetta!!!! Devo comprarmi anche io la pietra refrattaria:-) baci

Stefania ha detto...

con la alta e soffice mi hai conquistata, ma io adoro moltissimo le basse e croccanti, per cui vuoi che non provo anche questa? un bacio carissima e buona serata

Cucina di Barbara ha detto...

Quanto mi piace la pizza! la mangerei tutti i giorni :)
Grazie mille per partecipare al contest, ti inserisco subito!
A presto,
barbara

Roxy ha detto...

Grazie a tutte...siete gentilissime!!!

Barbara spero di riscire a partecipare con un' altra ricetta...magari dolce!!!

Mammazan ha detto...

Caldo o no il forno lo accendo sempre..
E come dire di no a questa pizza ottima e gustosa???
Buona giornata!!

Claudia ha detto...

ps: per lapziza sul barbecue ti ho rispostod a me.. cmq sia.. metto la pietra refrattaria direttamente sulla griglia del barbecue.. Guarda questo mio post, si vede il risultato: http://myricettarium.blogspot.it/2011/09/pizza-metodo-autolisi.html

Bianca Neve ha detto...

Fantastica per colazione, pranzo e cena!